domenica 11 dicembre 2016

Simil nascondini


Nella vita cerchiamo sempre di somigliare a qualcuno, cominciamo sin da piccoli a voler somigliare ad uno dei nostri genitori, crescendo la staffetta passa ad un amichetto, via via ad un personaggio della tv e finalmente arrivi ai 40 anni suonati e decidi di non voler somigliare più a nessuno e si prende consapevolezza di sè. Ci si comincia a scoprire e ad apprezzarsi, perchè ognuno di noi è unica e la differenza con gli altri diventa una qualità.

A 40 anni il voler somigliare a qualcosa lascia il posto al cibo, dopo i Simil Rocher e Simil Togo, ho provato a riprodurre i nascondini che ho visto fare da Giacomo, membro di un gruppo di cucina su fb.
L'aspetto è molto simile, il sapore buonissimo ma poco vicino agli originali.


300 g farina 00
100 g fecola
130 g zucchero a velo
70 ml latte temperatura ambiente
130 g burro morbido
1 tuorlo
1/2 bustina di lievito
10 g cacao
20 g cioccolato fondente
1 pizzico di sale

Lavorate il burro con lo zucchero.
Aggiungete l'uovo, il latte e la farina setacciata con il lievito, impastate velocemente fino ad ottenere un panetto omogeneo.
Dividete il panetto in due parti in cui una è il triplo dell'altra.

Alla parte più piccola unite il cacao setacciato ed il cioccolato fondente fuso, amalgamate bene fino al completo assorbimento degli ingredienti.
Fate riposare gli impasti per 20 minuti.
Trascorso il tempo di riposo, stendete l'impasto bianco su un piano da lavoro infarinato, formando un lungo rettangolo, con l'impasto scuro invece formate un lungo salsicciotto che posizionerete sopra il rettangolo bianco.
Richiudete l'impasto bianco avvolgendo il salsicciotto scuro e con un mattarello appiattite un pò l' impasto.
Tagliate con un coltello e formate dei biscotti di 3/4 cm 


Passate una forchetta sopra la superficie di ogni biscotto in maniera tale da formare le classiche striature del biscotto originale.
Adagiate i biscotti su una teglia e infornate a 160° per 15/20 minuti circa.
Gustateli a colazione con un bel cappuccino :-)

6 commenti:

  1. per me sono più buoni di quelli veri! O no? Brava Giovanna, grazie della ricetta e buona settima che va a cominciare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, se non altro sono più genuini :-)

      Elimina
  2. Ma sono deliziosi! Ti sono venuti proprio bene. Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  3. Ma sai che mi sono ritrovata appieno nelle tue parole? Non tanto per il fatto di voler assomigliare a qualcuno ma del non apprezzarmi, cosa che invece da qualche anno ho iniziato a fare :) Gnam apprezzo anche queste meraviglie :) Belli e golosi, perfetti direi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh già Lunetta se non altro l'età ci fa un pò rinsavire :-)

      Elimina