lunedì 4 dicembre 2017

Penne al sugo di pomodoro e olive


Se mi chiedessero di esprimere un desiderio, senza alcun dubbio risponderei che desidero la "normalità".
Quante volte capita che ci lamentiamo per la nostra quotidianità?
In questo periodo, per varie vicissitudini familiari, a me, manca tanto!!!
Anche il primo che vi presento oggi, sa di quotidiano, di normale, di buono.

Ricetta tratta dal libro:Molto buono

Per 4 persone:
400 g penne rigate
2 acciughe
100 g olive verdi
30 g capperi sotto sale
150 g tonno sott'olio
1/2 l di passata di pomodoro
1 spicchio di aglio
3 cucchiai di olio extravergine
origano
pecorino
sale/pepe

In un tegame fate soffriggere l'aglio schiacciato con l'olio, unite le acciughe e fatele sciogliere a fuoco basso.
Tagliuzzate le olive, i capperi ed il tonno e aggiungeteli nel tegame.
Unite la passata, aggiustate di sale e pepe e fate cuocere per 10 minuti circa.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata e, una volta cotta conditele con il sugo, spolverizzate con il pecorino e servite caldo.

giovedì 30 novembre 2017

Crostata con frolla agli albumi


La mattina è il momento della giornata che più mi piace,
la mattina si fanno buoni propositi,
si è più carichi.

Ogni mattina noi nasciamo nuovamente. Ciò che decidiamo di fare oggi è ciò che conta davvero.
(Buddha)

Vi lascio una colazione virtuale, con l'augurio per tutti noi, che oggi sia "un nuovo giorno........un giorno più bello"

Se avete degli albumi che vi avanzano, potete provare questa frolla, che non ha nulla da invidiare alla classica frolla.
2 albumi
300 g farina 0
100 g burro morbido
1 cucchiaino di lievito per dolci
90 g di zucchero
un pizzico di sale

Sbattete gli albumi.
In una ciotola capiente mischiate la farina con il burro morbido, unite gli albumi, sale, zucchero e lievito e mescolate fino a formare un panetto.
Stendete più della metà di impasto su una teglia coperta con carta forno o imburrata.
Farcitela con crema di nocciole o marmellata e con la restante frolla ricavate delle strisce di copertura per la crostata.
Nel mio caso ho preferito fare delle crostatine e con la frolla avanzata ho preparato dei biscotti.
Infornate a 160° circa per 15/20 minuti.

lunedì 27 novembre 2017

Il "Signor Sfincione"


Sfincione palermitano

 Oggi sono orgogliosa di presentarvi una specialità della mia terra, uno dei cibi di strada lo "Sfincione".
Che cosa è?
E' un lievitato simile alla pizza, farcito con un sugo alle cipolle, caciocavallo, origano e pangrattato tostato.
Buono caldo, ottimo freddo.
Vi mostro subito la ricetta!!!!


450 g farina di semola
150 g farina 0
350 ml acqua
1 cucchiaino di sale
2 cucchiai di olio extravergine
1 bustina di lievito di birra

3 cipolle bianche
olio extravergine q.b
sale q.b
1 l passata di pomodoro
1 cucchiaino di zucchero

origano
caciocavallo
pangrattato tostato

Cominciate a preparare la base dello sfincione.
Su un piano da lavoro disponete le farine a fontana, unite il sale e mescolate, aggiungete l'olio e l'acqua un pò per volta e continuate a mescolare, infine il lievito e lavorate l'impasto energeticamente fino a formare un composto morbido ed elastico che farete lievitare per almeno 4 ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, stendete l'impasto su delle teglie da forno precedentemente unte e fate nuovamente lievitare.
Nel frattempo preparate il condimento.
In un tegame fate cuocere la cipolla tagliata a fette sottili su fuoco medio con un filo abbondante di olio.
Portate la cipolla a cottura aggiungendo un po' di acqua alla volta finché la cipolla non risulterà tenera.
Unite la passata con un' aggiunta di sale e fate cuocere per 20 minuti a fuoco basso.
Distribuite il sugo sulla base dello sfincione.
Aggiungete una generosa spruzzata di origano
Unite una spolverata di caciocavallo.
Completate con il pangrattato tostato e un filo di olio.
Infornate a forno caldo per 15/20 minuti a 200° circa

venerdì 10 novembre 2017

Bruschette di melanzane


Tra i vari impegni familiari, aggiornare il blog è diventata quasi un'impresa!!!
Oggi ho voluto rubarmi del tempo per rifugiarmi qualche minuto nella mia oasi di pace virtuale.
Vi lascio una ricetta facilissima da realizzare, gustosa ed è una presentazione alternativa per la presentazione delle verdure a tavola.
Per 2 persone:

1 melanzana
2 zucchine
1 peperone
20 pomodorini
sale/peperoncino
olio extravergine
olive nere denocciolate q.b
1 spicchio di aglio
basilico fresco


Pulite tutte le verdure.
In una tazzina mettete mezzo aglio schiacciato, sale ed olio.
Affettate e grigliate le melanzane spennellandole con l'olio aromatizzato.
In una padella fate cuocere a fuoco basso e con il coperchio il peperone tagliato a striscioline, le zucchine tagliate a pezzetti, i pomodorini, l'altra metà di aglio schiacciato, sale, peperoncino e olio a cottura quasi ultimata aggiungete qualche oliva nera.


Disponete le melanzane grigliate su un piatto da portata e ricopritele con le verdure cotte in padella, completate il piatto con un filo di olio e qualche foglia di basilico fresco.


domenica 29 ottobre 2017

Pizzette di Halloween


Siamo quasi giunti alla festa tanto attesa soprattutto dai più piccoli,  Halloween.
Ogni anno mi piace preparare qualcosina a tema, quest'anno ho voluto delle pizzette particolari, amate penso sia da grandi che piccini. Se vi interessa potete dare anche un'occhiata ad altre mie ricette sempre sul tema in discussione:



600 g farina 0
300 ml acqua
1 cucchiaino di sale
1 cucchiaino raso di zucchero
1 lievito di birra liofilizzato
2 cucchiai di olio extravergine

250 ml passata di pomodoro già pronta
olive nere q.b
2 mozzarelle


Su un piano di lavoro disponete la farina a fontana e lavoratela con acqua, olio, sale, zucchero e lievito fino a formare un impasto morbido ed elastico che metterete a riposare per almeno 2 ore.
Trascorso il tempo di lievitazione, stendete l'impasto con un mattarello e con un coppapasta ricavate delle pizzette.

Disponete le pizzette su una teglia da forno e conditele con passata di pomodoro, mozzarella ben sgocciolata e macinata con un passaverdura e infine tagliate le olive a metà, disponete una parte dell'oliva al centro della pizzetta e con l'altra metà dell'oliva ricavate delle striscioline che serviranno a formare le zampette di un ragno.
Infornate a 200° circa per 15/20 minuti.

venerdì 20 ottobre 2017

Pancake di Franco Aliberti



Dopo le precedenti ricette a base di vellutate e pasta con fagioli, oggi finalmente vi propongo un dolce che a casa mia adorano, ottimo sia per la merenda che per una felice colazione, è un dolce che accontenta tutti, gli amanti della frutta, del miele, dello sciroppo d'acero, della cioccolata o crema di nocciole.
Stavolta ho voluto provare la versione dello Chef Aliberti che per me è sinonimo di garanzia ed infatti anche questa volta non mi ha deluso. Vi mostro subito la ricetta.
Con le dosi che vi mostrerò otterrete circa 30 pancake grandi quanto un bicchiere.
Pancake


30 g burro fuso
2 uova
200 ml latte
20 g zucchero
160 g farina

Crema di nocciole q.b

Dividete i tuorli dagli albumi e montate questi ultimi a neve assieme allo zucchero.
In una ciotola sbattete i tuorli con il latte, il burro fuso e la farina, otterrete una pastella liscia ed omogenea.
Unite l'albume montato alla pastella e mescolate dall'alto verso il basso.
Fate scaldare sul fuoco una padella antiaderente e spennellatela con del burro, versate un cucchiaio di pastella per volta nella padella.
Non appena si formeranno delle bolle sulla superficie, potete girarli per cuocerli dall'altra parte
Qualora vi avanzasse qualche pancake(non succede quasi mai :-) ) potete surgelarli e mangiarli un'altra volta semplicemente scaldandoli.
Noi li abbiamo mangiati accompagnandoli a della crema di nocciole, voi potete gustarli come più vi piace. Auguro a tutti voi un felice fine settimana e buon pancake a tutti :-)

mercoledì 18 ottobre 2017

Vellutata di ceci e patate



 Vellutata di ceci e patate
Lo so il freddo non è ancora arrivato ed io continuo a proporvi piatti invernali.
Il desiderio di qualcosa di buono e che sa di coccola è tanto e così la mangio pensando che fuori sia freddo.
Ricetta tratta e modificata da : Più cucina

Per 2 persone:

200 g ceci già lessati
1/2 cipolla
sale/pepe
rosmarino
300 g patate lessate
olio extravergine
crostini di pane tostato

Rosolate in olio la cipolla e unite i ceci (mettetene qualcuno da parte per decorare il piatto), le patate, il rosmarino e aggiungete dell'acqua fino a coprire gli ingredienti.
Fate cuocere per 10 minuti circa, aggiustate di sale e frullate il tutto, la vellutata dovrà risultare cremosa.
Servitela ben calda con pane tostato e aromatizzata con del pepe e un filo di olio.